°°Il primo sito internet biancoscudato°°aaaaaaaaaasssaa In rete dal Marzo 2000aaaaaaaaaaaaa Pagine visitate nel mese di Ottobre 2005 [8.442]
 
 
> Storia
> Archivio fotografico
> Interviste
> Cori
> Comunicati
> Mailing List
> Merchandising
 
 
La Storia della Nissa

Risorge la Nissena

Nel settembre 1947, dunque, si segna una tappa importante per il calcio nisseno.
Un manifesto con 28 firme invita alla ripresa: " Dopo un decennio di successi veramente rimarchevoli, e dopo una stasi dovuta agli eventi bellici, l'U. S. Nissena riprende la sua attività. Chiuso il recente campionato di prima divisione, nella disputa del quale l'esiguità dei mezzi finanziari non ha impedito agli atleti locali di conseguire buoni risultati, un gruppo di sportivi si è fatto promotore di una iniziativa che dovrebbe e dovrà portare la nostra squadra di calcio alla partecipazione del prossimo campionato di serie C" ed indica le modalità per ricostruire la Nissena.
Come si era giunti a ciò? La città, lentamente stava rimarginando le dolorose ferite della guerra: l'attività, pian piano, cominciava a riprendere nei vari settori, i gruppi di propaganda costituivano i propri organismi. Anche i tornei di calcio si avviavano alla ripresa e Caltanissetta non avoleva rimanerne fuori.
C'era ancora la Sabaudia, ma era un fatto militare degli artiglieri della Livorno che erano in città. Nacque , allora, la Dinamo e subito dopo Umberto Beretta e Salvatore Gerbino , si misero alla guida di una squadra del CSI che era stata iscritta al torneo di prima divisione. Si chiamava A. C. Caltanissetta, ma tale denominazione durò poco.
Siamo nel 1945/46. La trasformazione è in atto.
Chiappori, che era il factotum della Sabaudia, viene invitato a collaborare (procura venti scarponi che Beppe Belfiore trasforma in scarpe da calcio).

Continua...

nissa fc